Libertà di pensiero è la "capacità di valersi del proprio intelletto senza la guida di un altro" (Immanuel Kant)

La tua opinione é importante, esprimila, lascia un commento ai post.

Prego gentilmente tutti quelli che postano la loro opinione scegliendo l'opzione 'Anonimo' di blogger di firmare il proprio commento. grazie. ros

Clicca per tornare nella Home

Clicca per tornare nella Home
di 'Per quel che mi riguarda'

sabato 24 ottobre 2009

VLADIMIR LUXURIA: “SPIEGATEMI PERCHÈ CON UN TRANS NO, MA CON UNA MINORENNE SÌ” di Alessandro Ferrucci

Appena viene a sapere che i giornali aprono sulla notizia del video che lo riguarda, e che ipotizzano un tentativo di ricatto (con pagamento di 50mila euro) da parte di quattro carabinieri, Piero Marrazzo chiama la moglie e le due figlie per rassicurarle: “È un’infamia contro di me”. Poi, nella mattinata, mentre tutte le ipotesi iniziano a turbinare nell’aria, si decide a vergare una prima dichiarazione ufficiale: “E' stato sventato un tentativo di estorsione basato su una bufala. Sono amareggiato e sconcertato - dice - per come, a pochi mesi dalle elezioni, si tenti di infangare l’uomo Marrazzo per colpire il presidente Marrazzo».(Luca Telese-Il Fatto)


“Aspetti... aspetti. Mi faccia capire bene: ancora una volta sta passando la linea-Sircana?” Cioé? “Beh, la tesi secondo la quale se il soggetto protagonista è un trans c’è l’aggravante; al contrario se si parla di una minorenne scatta l’attenuante”. Neanche urla l’ex on. Vladimir Luxuria. Il tono non corrisponde alle parole: le pronuncia con una voce sottile, poche incline a sfumature, avvilita. Teme strumentalizzazioni su un mondo che da anni cerca di portare fuori dal cono d’ombra. Anche a rischio di partecipare alI’Isola de famosi...
Sì, ma qual è la sua idea della vicenda?
“Che dopo essere stata crocifissa per aver partecipato a un reality, adesso si cercano solo notizie di gossip per fare politica. Guarda caso mancano pochi mesi alle regionali e ora si stanno decidendo alleanze e candidature”.
Quindi a lei non interessa...
“Non amo la sindrome Monica Lewinsky; non mi appassionano le scrivanie presidenziali...”.
In questo caso, però, alcuni parlano di assegni pagati da Marrazzo ai quattro carabinieri per mettere a tacere la storia. Anche se lo stesso smentisce...
Silenzio. Ancora silenzio.
“Ah sì. Davvero?. Vabbè, comunque il problema è più generale è tocca la sfera morale del nostro sistema. La nostra è una società in forte crisi, comunque”.
Però anche curiosa. Soprattutto quando si parla di scappatelle con i trans. Perchè secondo lei?
“Per il giudizio morale intrinseco. Si ricorda la barzelletta sul contadino pizzicato durante un rapporto sessuale con un maiale? Chi scopre domanda al ‘pizzicato’: ‘Ma almeno, è un maiale maschio o femmina?’ ‘Femmina...’. ‘Ah, meno male’”.
Lei ha anche raccontato di aver ricevuto numerose proposte da colleghi parlamentari...
“Numerose mi pare eccessivo. Alcune sì”.
Esplicite e no?
“Sorrisi, ammiccamenti, qualche invito. Noi siamo ghettizzati solo in apparenza. Certo, nessuno si è fatto avanti per un appuntamento Però non mi chieda da chi ho ricevuto queste proposte, perché non lo rivelerò mai!”.
Comuqnue, negli ultimi anni, l’argomento trans è salito alle cronache. Sembra quasi ci sia un interesse maggiore; una maggiore curiosità da parte degli uomini...
“Ma no. È sempre stato così. Dai tempi dell’Antica Grecia in poi c’è una vasta letteratura che racconta di rapporti con i trans. È solo una coincidenza, anche politicamente strana. Ribadisco sono forme ricattatorie vergognose”.
È simile il suo giudizio su Berlusconi, Noemi, la D’Addario...
“Come le ho detto all’inizio: se uno esce con una minorenne sotto sotto viene assolto. Sono sicura: tra quelli del Pdl ci sarà qualcuno che prima o poi dirà: ‘Almeno Silvio va con le donne!’”.
Già fatto: è il secondo commento alla vicenda Marrazzo da parte dei lettori della pagina web del quotidiano Libero.

Fonte articolo

2 commenti:

  1. credo che si stia perdendo il comune senso del pudore !!!!

    RispondiElimina
  2. Emanuela Currini1 novembre 2009 09:50

    Ipocrisia, tanta ipocrisia.......non si riesce ad accettare che l'omosessualità è antica quanto l'uomo ed è difficile accettare anche che è dentro di noi ed è così per tutti, poi uno sceglie la sua strada, la sua direzione dovuto al suo sentire, alla cultura, educazione ecc ecc.e va dove si sente meglio. La chiesa aggrava ancor di più la situazione, detta le sue leggi, il suo pensiero ed al popolo che è pigro nell'avere una sua idea, preferisce che ci sia qualcuno dietro che sceglie, decide, pensa per lui......noi così perdiamo il nostro potere. Quindi l'ipocrisia domina il mondo!!!! Generando poi tutta una serie di problemi.....e si vede, si sente sulla nostra pelle!!!! Comunque un politico deve essere chiaro, corretto, trasparente...esempio luxuria. Questo lo pretendo, al di là anche delle scelte sessuali....non, come si dice, parla bene e razzola male..........

    RispondiElimina