Libertà di pensiero è la "capacità di valersi del proprio intelletto senza la guida di un altro" (Immanuel Kant)

La tua opinione é importante, esprimila, lascia un commento ai post.

Prego gentilmente tutti quelli che postano la loro opinione scegliendo l'opzione 'Anonimo' di blogger di firmare il proprio commento. grazie. ros

Clicca per tornare nella Home

Clicca per tornare nella Home
di 'Per quel che mi riguarda'

domenica 18 ottobre 2009

OLTRE di Pietro Vizzini

Buona Domenica a tutti gli Amici di questo blog


(Disegno di Mauro Mazziero)















OLTRE

Piegato sulle ginocchia
lancio il mio sguardo
oltre i fili d’erba bagnata all’orizzonte
la luce del giorno
miete la radura
d’azzurro è il cielo
chiaro a levante
il vento è passato
ad asciugare la mia carne
chinato sul mio cammino
pronuncio il tuo nome
perduta giovinezza.



Poesia tratta dal sito: 'per quel che mi riguarda poesie, racconti e musica d'autore'

17 commenti:

  1. Buongiorno e Buona Domenica Cari Amici del Blog.

    Oggi ho scelto una poesia di Pietro Vizzini che descrive con molta sensibilità e accuratezza l'abbandono della giovinezza e guarda 'oltre', oltre il paesaggio delle esperienze vissute :

    "il vento è passato
    ad asciugare la mia carne
    chinato sul mio cammino
    pronuncio il tuo nome
    perduta giovinezza."

    Come sempre i miei complimenti caro Pietro.

    RispondiElimina
  2. Si addice al mio umore.....
    Anche io piegata sulle ginocchia.... per un lapsus ho letto lancio il mio grido, per fortuna la parole del poeta apre ad uno slancio di speranza. E con le sue parole alzo lo sguardo verso orizzonti che si aprono, si apriranno.
    Buona domenica, Ros. Buona domenica a tutti i frequentatori di questo spazio d'incanto.

    RispondiElimina
  3. Buona Domenica Cara Maria, mai perdere la speranza, bisogna alzare lo sguardo e guardare 'oltre'!

    Grazie per 'questo spazio d'incanto', mi piace molto <3

    RispondiElimina
  4. Grazie Pietro,questa poesia ,mi fa vedere e sentire la rugiada,la verde,immensa distesa di un prato....Mi fa ascoltare l'estatica bellezza della natura,il suo silenzio che in fondo al cuore diventa pace,armonia,speranza,anche là,oltre l'orizzonte dove la giovinezza è scomparsa.Grazie come sempre.
    Grazie a Ros,a Gloria,a tutti gli amici di questo Blog......!!!!!!!!
    Maria A. Cattaneo

    RispondiElimina
  5. Un ringraziamento particolare anche all'autore del bellissimo quadro, Mauro Mazziero, che con i suoi colori dona lustro a questo blog. Spero lui stesso possa illustrarci meglio.

    Buona domenica anche a te Maria e grazie per essere passata da qui.

    RispondiElimina
  6. Un oltre che è anche un rimpianto? e se c' è un oltre anche ciò che è perduto lascia posto alla speranza...


    Michele Marseglia

    RispondiElimina
  7. Buongiorno a tutti gli amici del blog! Buongiorno Maria, buongiorno Ros!

    La poesia è bellissima, anche se mi da una sensazione malinconica che in questo momento è distante da me... una bimba è nata due giorni fa, è piccina piccina ed è un piccolo miracolo... credo che se riusciamo a guardare "oltre" la nostra malinconia, spesso ci sono delle belle cose, piccole o grandi, che ci aspettano.
    Buona domenica a tutti!

    RispondiElimina
  8. Buongiorno e Buona Domenica Michele e grazie per essere passato.

    Giadina grazie anche a te, ma come ancora, un'altra bimba? :O!:D
    Buona domenica anche a te tesoro, un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Gabriele Prignano18 ottobre 2009 10:40

    Il mio caro amico Pietro è uomo di grande serietà e poeta di profonde, equilibrate riflessioni. Questa poesia, nella sua essenzialità, è bellissima. E bellissime e significative sono le immagini. Bella la malinconia, e anche la tristezza, anche il dolore...quando sono poesia!

    RispondiElimina
  10. Questa poesia è bellissima e Pietro è un poeta molto profondo,sono estasiata dalla bellezza della natura con i suoli colori e le sue mille sfaccettuare, il silenzio che placa l'amico ma che con un pizzico di nostalgia ci riporta alla giovinezza ormai passata,il tutto completata da un quadro davvero bello. Grazie Pietro

    RispondiElimina
  11. Ringrazio Pietro Vizzini che ha scelto il mio lavoro, eseguito con pastelli ad olio, per questa sua poesia. Ha dato voce all'immagine dell vecchio albero solitario che stende il suo ramo più forte per catturare la luce. sentire il passo di un poeta che percorreva la mia stessa strada, in quel luogo sacro che è lo spazio dell'ispirazione, mi ha fatto davvero molto piacere.

    Mauro Mazziero

    RispondiElimina
  12. chinato sul mio cammino
    pronuncio il tuo nome
    perduta giovinezza.
    La chiusa è degna della poesia più alta. Conosco questa poesia di Pietro e l'ho amata molto. Quell' 'oltre'l'erba,la rugiada, ricorda l'Infinito di Leopardiche,'oltre la siepe' immagina...Qui ,invece, Pietro avverte la perduta giovinezza...

    RispondiElimina
  13. Antonio Lanza ha detto....
    Ho piegato le mie ginocchia sulla rugiada, la freschezza della mia giovinezza si nutriva di ricordi lontani. Oltre è la visione platica di qualcosa che si ricorda con nostalgia. Tenera poesia con la quale continuo apprezzare l'autore che conosco da poco.

    RispondiElimina
  14. Bellissima poesia come tutte quelle di Pietro Vizzini. La gioventu' bene inestimabile di cui se ne capisce il valore quando è andata via. Un abbraccio Pietro.Bellissimo il disegno di Mauro Mazziero

    RispondiElimina
  15. Poesia dai tratti essenziali dove la parola è un concetto dove l'immagine è specchio dell'anima:"piegato" è già una dichiarazione che sie fa evidente nella chiusa: "perduta giovinezza".
    Sui fili d'erba la rugiada, il cielo è limpido e azzurro...a levante chiaro. Sicuramente immagine di una bellezza...solitaria...quasi fredda....come l'animo privo di speranze.Il vento è passato: di solito spazza via le malinconie, questa volta ha asciugato la carne, forse i sogni giovanili. Non rimane che proseguire il cammino un po' più lenti, un po' più soli....Il bellissimo dipinto di Mauro Mazziero rappresenta alla grande l'animo "scarnificato" della giovinezza.
    Buona domenica Ros e tutti voi

    RispondiElimina
  16. Ho dimenticato di aggiungere il nome
    Il commento che precede è di Adriana Pedicini

    RispondiElimina
  17. Grazie innanzitutto a Mauro Mazziero che con il suo stupendo dipinto ha dato ispirazione a questi versi, ringrazio Ros che mi ha dato la possibilità di pubblicarli in questo splendido blog e ringrazio tutti voi amici, che con i vostri bellissimi commenti mi avete dato molta gioia. Vi abbraccio.

    RispondiElimina